Disposizioni anticipate di trattamento (c.d. Testamento biologico) - Comune di Bomporto

Uffici | AREA AMMINISTRATIVA E AFFARI GENERALI (Anagrafe & Segreteria) | Servizi Demografici, Anagrafe, Stato civile | Disposizioni anticipate di trattamento (c.d. Testamento biologico) - Comune di Bomporto

 

Disposizioni anticipate di trattamento - DAT (testamento biologico)

Con la legge 22 dicembre 2017 n. 219 (Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento) c.d. legge sul “testamento biologico” o “bio testamento”, ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, in previsione di un’eventuale futura incapacità di autodeterminarsi e dopo avere acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle sue scelte, attraverso le DAT può esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari.

Tali disposizioni possono essere redatte:

  1. In forma di atto pubblico, vale a dire davanti ad un notaio (2699 del c.c.). Tale articolo del codice civile, pur prevedendo oltre al notaio, “altro pubblico ufficiale autorizzato ad attribuirgli pubblica fede nel luogo dove l’atto è formato”, tale “altro pubblico ufficiale” non può essere l’incaricato del sindaco o l’ufficiale di anagrafe o di stato civile. Per “altro pubblico ufficiale a ciò autorizzato” si intende, secondo le rispettive leggi ad hoc, ad esempio, il segretario comunale per gli atti pubblici in cui è parte il Comune o il titolare delle IACP per le alienazioni della case popolari, ma mai l’impiegato comunale incaricato dal sindaco. Ricordiamo anche che il Console all’estero svolge anche funzioni notarili.
  2. In forma di scrittura privata autenticata. L’autenticazione è fatta dal notaio (art. 2703 del c.c.). Anche qui valgono le stesse osservazioni espresse al punto precedente. In più, l’incaricato del sindaco non è abilitato ad autenticare firme su scritture private, ma su istanze o dichiarazioni sostitutive dirette non a organi della P.A. o gestori di pubblici servizi o a detti organi ai fini della riscossione di benefici economici. Solo se il legislatore avesse previsto espressamente la competenza del funzionario incaricato dal sindaco, allora detta scrittura privata sarebbe stata autenticata dal funzionario comunale, come è avvenuto, ad esempio, per la vendita di autoveicoli e rimorchi con la legge Bersani del 2006.
  3. In forma di scrittura privata consegnata personalmente dal disponente presso l'Ufficio dello Stato Civile del comune di residenza. La disposizione in questo non è e deve essere consegnata personalmente, o da persona appositamente delegata in forma scritta, all’Ufficio dello stato civile.
  4. In forma di scrittura privata non autenticata ma consegnata personalmente presso le strutture sanitarie. Tale alternativa è ammessa quando sussistano i presupposti che le Regioni abbiano adottato modalità telematiche di gestione della cartella clinica o il fascicolo sanitario elettronico.

Come si fa?

  • Le DAT sono redatte dalla persona interessata, sottoscritte con firma autografa e devono essere consegnate all’Ufficio dello Stato Stato Civile del Comune di Bomporto;
  • importante: gli operatori dell'Ufficio non possono partecipare alla redazione della scrittura né sono tenuti a dare informazioni sul contenuto della medesima: hanno il solo compito di ricevere le dichiarazioni, di registrarle e di conservarle, previo accertamento dell’identità e della residenza di chi consegna il documento.
  • le DAT possono essere rese solo da persone maggiorenni e capaci di intendere e di volere e, con le stesse modalità, possono essere successivamente modificate o revocate;
  • le disposizioni devono essere consegnate esclusivamente dalla persona interessata unitamente alla presenza del fiduciario indicato nella DAT;
  • il disponente deve essere residente nel Comune di Bomporto.

Nel caso in cui le condizioni fisiche non consentano di rendere la dichiarazione scritta, le DAT possono essere rese mediante videoregistrazione o con dispositivi che consentano alla persona di comunicare. In questo caso dovrà essere consegnata una busta contenente, ad esempio, una chiavetta USB o altro supporto di memorizzazione. La consegna dovrà sempre avvenire personalmente da parte dell'interessato e si seguiranno le medesime modalità utilizzate per la consegna delle DAT in forma scritta

Modifica e revoca della Disposizione anticipata di trattamento

Il disponente può modificare la propria DAT in qualunque momento. Ciò sarà possibile soltanto in seguito al ritiro della DAT precedentemente consegnata e di una nuova iscrizione al Registro nazionale seguendo la stessa procedura iniziale. L’iscrizione al Registro potrà essere revocata dal Disponente in qualunque momento, ritirando la disposizione depositata in precedenza.

Cosa Occorre?

  • Residenza nel Comune di Bomporto del disponente

Come avviene il deposito?

Per depositare la DAT, il disponente deve richiedere un appuntamento presso l’Ufficio di Stato Civile del Comune di Bomporto mediante i recapiti sottoindicati.

 

Contatti:
Indirizzo: c/o centro civico polifunzionale “Il Tornacanale”, Piazza Matteotti, 34 – 41030 Bomporto (Mo)
Telefono:

  • 059/800716
  • 059/800707

Fax: 059/800742
Mail: anagrafe@comune.bomporto.mo.it
PEC: comunedibomporto@cert.comune.bomporto.mo.it

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il